logobianco-02trasparente

INFO & CONTATTI

logobianco-02trasparente

info@danielelalli.it

+39 3382616198


twitter
linkedin
1010306-min

 @ All Right Reserved - Daniele Lalli 2020

CHI SONO?

logonerotrasparente-01

WHO IS DANIELE ?

Partiamo dalle formalità. Sono Daniele Lalli nato a Roma il 30 ottobre 1988. Venire al mondo lo stesso giorno di Diego Armando Maradona ed abitare a due passi dalla storica casa di Francesco Totti mi ha fin da subito fatto capire di cosa mi sarei nutrito da lì in avanti. Pane e calcio. 

Cresciuto dando calci al pallone tra una via e l'altra a ridosso delle mura aureliane nel quartiere appio latino a Roma, dotato di ordinarie capacità tecniche ed ahimé colpito dal Relative Age Effect (R.A.E.) e, come se non bastasse, con un netto ritardo di maturazione fisica rispetto ai miei coetanei, vidi sfumare in un attimo il sogno di me bambino: diventare calciatore. Intuendo però solo oggi, di non essere in una posizione privilegiata per insegure questa fantasia. Da quei giorni ho però ricevuto molto di più: ginocchia sbucciate, partite in campi improvvisati ed il calcio come amico. Lezioni di vita.

Mettendo in discussione il "si è sempre fatto cosi" mi occupo di generare un cambio di paradigma. Abbracciando una visione sistemica, lavoro per generare una cultura dell'innovazione che porti ad un miglioramento continuo dei processi e a migliori performance aziendali.

COSA MI MUOVE?

Nonostante, il calcio sia ancora lo sport più amato e praticato dai bambini, improvvisamente il nostro paese ha smesso di far emergere calciatori di qualità assoluta, simili a quelli che da piccolo mi avevano fatto perdere la testa per questo gioco. Il talento è scomparso!  Come se fossero arrivati i "Monstars" di space Jam e avessero rubato il talento a tutti i calciatori italiani. Non potendo però far leva  su questa versione e neppure sulle approssimative e poco esaurienti spiegazioni fornite da stampa e addetti ai lavori, costantemente ancorati ai luoghi comuni e questioni superficiali, a partire dal mio percorso universitario, in cerca di nuovi sentieri e risposte, rinunciando alle abusate ricette semplicistiche che cercano la soluzione dei problemi senza partire dalle loro radici, decisi di dedicarmi all'analisi del calcio italiano. E' proprio in queste fondamenta, il calcio giovanile che risiedono i condizionamenti di fondo che minano sia gli interessi aziendali che l'intero movimento calcistico. Il modo in cui vengono utlizzati i dipartimenti giovanili è proprio ciò che impedisce al reale talento di emergere.

 

1010354-min

COSA FACCIO?

Mi occupo di promuovere e sviluppare strategie innovative di gestione dei settori giovanili volte ad aumentarne efficacia e qualità. Al fine di generare un nuovo standard per il calcio italiano ho l'obiettivo di sviluppare una cultura dell'innovazione e della creatività che porti il nostro sistema ad un livello successivo. Mi occupo di dare forma ad un contesto che porti ad una costante crescita aziendale e dell'intero movimento. Alla base risiede il trovare risposta ad alcune domande: Perché non ci sono più fuoriclasse italiani? Come possiamo divenire la casa dei migliori talenti europei? Il modo in cui vengono organizzate e gestite le cose è il più virtuoso? Gli investimenti fatti saranno produttivi? Come poter essere i migliori ed aumentare il fatturato? 

Utilizzo l'analisi, la ricerca scientifica ed i contatti con il mondo estero come mezzi per migliorare gli ecosistemi e guardando al futuro, ma con un occhio al passato, ho l'obiettivo di rendere migliore il processo di identificazione - formazione e sviluppo del talento.

1010371-min
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder